• 2 Dicembre 2020 14:14

La parte buona

UN HUB PER CONOSCERE E DIFFONDERE LA BIBBIA

Un nuovo libro sul Padre nostro – Matteo Crimella, Edizioni San Paolo

Sul Padre Nostro sono stati scritti innumerevoli commenti, fin dall’antichità. Quelli degli ultimi anni hanno cercato di mettere in luce la ricchezza delle differenti espressioni della preghiera del Signore, offrendo mirabili luci sul suo testo, sul suo sfondo giudaico, sulla sua ricca teologia. Tuttavia questi lavori hanno una caratteristica comune: dopo aver mostrato somiglianze e differenze fra la versione di Matteo e quella di Luca, procedono al commento della forma lunga, quella matteana, limitandosi a notare le diversità della redazione lucana. Questo commento al Padre Nostro è interamente fondato su una scommessa: valorizzare la versione di Matteo e quella di Luca nella loro ricchezza e singolarità. Le due versioni sono comprese ciascuna all’interno del proprio contesto immediato e tenendo conto della visione teologica del rispettivo evangelista. Il Padre Nostro diventa così un caleidoscopio attraverso il quale ammirare la multiforme ricchezza dell’annuncio di Gesù. Davvero, come dicevano i Padri, la preghiera del Signore è la sintesi di tutto il Vangelo.

Matteo Crimella, nato nel 1969, dal 1994 è presbitero della Chiesa ambrosiana. Dottore in Scienze Bibliche, insegna Sacra Scrittura alla
Facoltà Teologica dell’Italia Settentrionale (Milano) e al Seminario Teologico del PIME (Monza). Vive presso una parrocchia di Milano e
all’attività scientifica affianca l’attività pastorale. Per le Edizioni San Paolo ha curato il Vangelo di Luca nella collana Nuova Versione della Bibbia dai Testi Antichi