Roma. Presentazione del nuovo documento della Pontificia Commissione Biblica: “Che cosa è l’uomo? Un itinerario di antropologia biblica” – PIB 25 marzo 2020

L’invito all’evento del Pontificio Istituto Biblico: Presentazione doc PCB

Dal sito della Libreria Editrice Vaticana: “Il presente Documento affronta la complessità della divina Rivelazione riguardante l’uomo e la figura umana. Un vero e proprio sussidio pensato i docenti delle Facoltà teologiche, per i catechisti, gli studenti di materie sacre capace di favorire una visione globale del progetto divino che ha avuto inizio con l’atto della Creazione e si è completato in Cristo. L’Introduzione è di Luis Ladaria, cardinale Prefetto della Congregazione per la Dottrina della Fede e Presidente della Pontificia Commissione Biblica.”

La recensione da Avvenire: L. Moia, Recensione del documento della Pontificia Commissione Biblica, Che cosa è l’uomo. Un itinerario di antropologia biblica, Avvenire 19 12 2919

L’intervista a Pietro Bovati da Vatican News: https://www.vaticannews.va/it/vaticano/news/2019-12/bibbia-uomo-antropologia-pietro-bovati-libro-studio.html

Da Avvenire del 17 12 2019: La principale «originalità sta nell’itinerario, nell’offrire ai teologi, a coloro che si occupano della trasmissione della fede, una comprensione dell’uomo più complessa, più organica, più conforme alla nostra tradizione biblica, senza sovrapporre immediatamente concezioni che riteniamo magari consolidate, ma che possono anche essere viste, alla luce della Parola di Dio, come una delle modalità possibili di comprendere il mistero di Dio». Così in un’intervista a L’Osservatore Romano e a Vatican News padre Pietro Bovati, segretario della Pontificia Commissione Biblica spiega il volume “Che cosa è l’uomo?” (Sal 8,5).

Un itinerario di antropologia biblica”, pubblicato dalla Libreria Editrice Vaticana. «La richiesta» dello studio – aggiunge il gesuita – «è venuta dal Papa in persona e il risultato sono i quattro capitoli per oltre 330 pagine, pubblicati dalla Lev, di minuziosa indagine conoscitiva della creatura umana e del suo rapporto col Creatore, così come narrati dalla Scrittura». Quanto ai contenuti «il primo capitolo riguarda la concezione dell’essere umano come “creato da Dio”, con due componenti: quello della polvere e cioè che l’uomo è fatto di polvere, quindi una dimensione di fragilità e di mortalità iscritta nella sua stessa costituzione. Ma nello stesso tempo con una dotazione spirituale eccezionale che si chiama il soffio di Dio». Dal canto suo la seconda parte del volume riflette sulla «condizione dell’uomo “nel giardino” approfondendo gli aspetti del nutrimento, del lavoro e del rapporto con gli altri esseri viventi» mentre il terzo capitolo tratta dell’uomo in quanto essere in relazione, dunque nei suoi rapporti di tipo sponsale, filiale, fraterno e amicale. «Alcune di queste problematiche – spiega il documento – sono state oggetto di attenzione del Magistero, come nella recente Esortazione post-sinodale Amoris laetitia». Il quarto e ultimo capitolo infine ha per tema la storia dell’uomo che «trasgredisce il comando divino scegliendo un cammino di morte», dove la vicenda «è però articolata all’intervento divino, che rende la storia evento di salvezza».