«Anche i vecchi avranno dei sogni». AUGURI al Card. Gualtiero Bassetti – Il testo sui SOGNI dal libro del profeta Gioele, negli Atti degli Apostoli

Newly named CEI's President, Gualtero Bassetti, poses for the photographers on occasion of his presentation to the Press at Nervi Hall. Vatican, 25 May 2017. ANSA/CLAUDIO PERI

Commentando la sua nomina a Presidente della Conferenza Episcopale Italiana, il Cardinale Gualtiero Bassetti ha dichiarato: «È davvero un segno che papa Francesco crede alla capacità dei vecchi di sognare».

Anche se alcune agenzie di stampa hanno erroneamente riferito il versetto al libro dell’Apocalisse, il Cardinale ha citato una frase dal profeta Gioele (3,1) che si trova nella prima “omelia” (se così si vuol chiamare) di Pietro, tenuta all’indomani della Pentecoste, secondo quanto si legge nel libro deli Atti degli Apostoli (2,17). Nella nuova versione CEI, ecco l’intera frase: «Avverrà: negli ultimi giorni – dice Dio – su tutti effonderò il mio Spirito; i vostri figli e le vostre figlie profeteranno, i vostri giovani avranno visioni e i vostri anziani faranno sogni».
I discepoli di Gesù che ascoltavano allora quel testo di Gioele, credevano che la profezia si fosse realizzata, e che l’effusione dello Spirito a Pentecoste avrebbe prodotto anche questi effetti così speciali.
I sogni sono molto importanti nel mondo antico, ed erano ritenuti già dai pagani un veicolo col quale le divinità si comunicavano agli uomini. Artemidoro Onirocritico (inizio II sec. d.C.), che ha sistematicamente studiato i sogni e credeva nella loro interpretazione, distingueva tra due tipi principali di fenomeni onirici. Il primo era quello che in greco si diceva enypnion, il secondo era il sogno chiamato onar. Enypnion rappresentava l’esperienza onirica ordinaria, il sogno non profetico, mentre onar quello che permetteva di conoscere anche eventi futuri.
Tutti e due questi tipi di sogni sono presenti nella Bibbia, che vede in essi soprattutto una forma “umile” con la quale anche il Dio di Israele parla. Nel Primo Testamento, a sognare e a interpretare correttamente i sogni ci sono già Abramo, Giacobbe-Israele stesso, e Giuseppe suo figlio, soprannominato dai fratelli “il signore dei sogni”, come anche Daniele. Nei vangeli a sognare sono i magi, la moglie di Pilato, e soprattutto il padre di Gesù, Giuseppe. Qui, nel discorso di Pietro, a sognare sono gli anziani.
Ricorrendo alla pagina di Gioele (che, ripresa in At 2,17, traduce l’ebraico col termine enypniois), Pietro dice che mentre i giovani vedranno cose, «avranno visioni», agli anziani è data la possibilità di sognare: «faranno dei sogni». Forse vuol dire in questo modo la loro capacità, anche se avanti con gli anni, e magari con uno sguardo “umano” indebolito nella vista, di vedere in altro modo, con gli occhi stessi di Dio. È proprio quanto auguriamo al Card. Gualtiero Bassetti.
Con questo nostro augurio l’intero SETTORE APOSTOLATO BIBLICO della diocesi di Perugia-Città della Pieve, con il suo responsabile, la segretaria, gli esperti e collaboratori, e tutti coloro che hanno partecipato alle attività di questo primo anno di vita nella Diocesi, formula al nostro Vescovo, Card. Gualtiero Bassetti, i più sentiti rallegramenti per il compito che papa Francesco gli ha dato, e gli conferma la nostra volontà di accompagnarlo con la nostra preghiera, la vicinanza, e il servizio nella diffusione della Bibbia. Invochiamo per lui, in particolare, la protezione di San Giuseppe, padre di Gesù e uomo giusto (Mt 1,19), capace di sognare (cf. Mt 1,20; 2,13.19.22).
Da papa Francesco e dal nostro Vescovo Gualtiero vogliamo tutti imparare a sognare, perché la nostra chiesa e il nostro mondo siano più belli e lascino intravvedere la presenza del Risorto.

Giulio Michelini e SAB Perugia – Città della Pieve

 

Beato Angelico, Discorso di Pietro a Pentecoste

Be the first to comment on "«Anche i vecchi avranno dei sogni». AUGURI al Card. Gualtiero Bassetti – Il testo sui SOGNI dal libro del profeta Gioele, negli Atti degli Apostoli"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*