Una lectio di uno dei più noti scrittori di Israele, Abraham B. Yehoshua: “Benefici e insidie della Torah”

– Pubblichiamo l’articolo apparso su “La Stampa” del 9 giugno, del noto scrittore israeliano.

In anni recenti si è assistito alla creazione di numerosi musei ebraici in Europa, tra i quali i più rappresentativi sono quelli di Berlino e di Varsavia. Ora anche a Ferrara è sorto un Museo Ebraico di importanza nazionale, incentrato sulla storia degli ebrei italiani a partire dall’ epoca romana.
Un simile sforzo di preservazione del passato ebraico in Europa è segno della chiusura di un cerchio e di un suggello o di una rinascita? Non dimentichiamo che ci vorrà parecchio tempo, sempre che ciò avvenga, prima che nascano musei ebraici nei Paesi islamici, dove fino all’ anno Mille viveva il 90 per cento della popolazione ebraica mondiale. Le tracce di questo ricco passato stanno scomparendo nel mondo musulmano. Ne rimangono in Andalusia, nel Sud della Spagna, dove la simbiosi culturale musulmana-cristiano-ebraica, da noi definita «l’ epoca d’ oro della cultura ebraica» (della quale ancora oggi musulmani ed ebrei godono i frutti), toccò il suo apice.
Preservare la tradizione I nuovi musei ebraici d’ Europa intendono forse preservare la tradizione degli ebrei europei prima che questa venga cancellata e offuscata dalla forte presenza politica e culturale di Israele, il Paese dove vive più della metà del popolo ebraico e che attira l’ attenzione internazionale a causa dei suoi problemi politici e militari? Oppure è il fenomeno della globalizzazione che ha investito l’ intero mondo a indurre le comunità ebraiche a preservare le loro tradizioni locali prima di essere travolte dall’ impetuosa galoppata della modernità? O magari c’ è una terza spiegazione: ebrei e non ebrei cominciano a essere stanchi e delusi delle vicende di Israele, del suo deterioramento politico e morale, e ad avere nostalgia delle comunità, grandi e piccole, sparse per secoli in tutto il mondo che hanno dato vita, grazie allo studio e all’ interpretazione dei testi sacri, a una loro particolare identità .

Continua a leggere in formato pdf: A. Yehoshua, Benefici e insidie della Torah, La Stampa 9 6 2018

Be the first to comment on "Una lectio di uno dei più noti scrittori di Israele, Abraham B. Yehoshua: “Benefici e insidie della Torah”"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*